Home > Amministrazione trasparente > Disposizioni generali > Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

Responsabile della trasparenza e del Procedimento di Pubblicazione è il Direttore dell’Ente dott. Marco Mirandola

Tel 0434 521159 

 

Programma triennale per la trasparenza e l’integrità

Si puntualizza che con Delibera n. 11/2013 della CIVIT (Commissione Indipendente per la Valutazione della Trasparenza e l’integrità delle Amministrazioni Pubbliche, ora ANAC), in considerazione della particolare struttura e natura dell’ACI e degli AA.CC. territoriali, è stata stabilita la redazione di un unico Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità da parte della Sede Centrale. Pertanto, a partire dal 2013 si rinvia ai documenti pubblicati sul sito ACI.

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 

Anno 2016

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2016-2018

Anno 2015

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2015-2017

Anno 2014

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2014-2016

Anno 2013

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2011-2013 - Terza annualità

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2011-2013 - Seconda annualità aggiornata

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2011-2013 - Seconda annualità

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2011-2013 -Aggiornato

Programma triennale della Trasparenza e dell’integrità 2011-2013

 

Stato di attuazione

Il monitoraggio del piano verrà attuato attraverso la verifica dell’avanzamento rispetto alla baseline (versione del piano approvata dall’Organo di indirizzo politico-amministrativo). Gli scostamenti dal piano originario verranno segnalati nei report di monitoraggio e verranno individuate eventuali azioni per garantire il raggiungimento degli obiettivi programmati.

Il monitoraggio si svolgerà secondo due cadenze diverse:

  • temporale: il monitoraggio verrà effettuato su base semestrale al fine di redigere un report di avanzamento che verrà sottoposto all’attenzione dell’OIV ed all’approvazione dell’Organo di indirizzo politico-amministrativo;
  • di risultato: in presenza di milestones di particolare rilevanza (iniziative per la trasparenza e/o l’integrità, giornate della trasparenza, ecc.), che costituiscono obiettivi di fondamentale importanza per la realizzazione del Piano, verrà effettuato un monitoraggio specifico. Tale monitoraggio sarà finalizzato a verificare ex-ante la coerenza delle attività intraprese con l’obiettivo specifico e la correttezza temporale del processo di realizzazione. Successivamente il monitoraggio sarà finalizzato alla verifica dell’efficacia del risultato ottenuto rispetto alle aspettative dell’amministrazione e degli stakeholder coinvolti.

 Anno 2011

Tabella monitoraggio stato di attuazione 

Anno 2012

Tabella monitoraggio stato di attuazione 1° semestre

Tabella monitoraggio stato di attuazione 2° semestre

 

Giornate della trasparenza

Con l’invito ad apposite “tavole rotonde” l’Amministrazione promuove la Trasparenza nella modalità di contatto diretto con gli stakeholder/utenti fermi restando anche gli altri strumenti indicati nel Piano. Associazioni di consumatori, centri di ricerca, utenti e osservatori qualificati vengono invitati periodicamente a partecipare ad incontri finalizzati a:
- Illustrazione del Piano della Trasparenza, del Piano delle Performance e relativi aggiornamenti e stati di avanzamento; 
- Raccolta delle osservazioni, suggerimenti e commenti da parte degli intervenuti (feedback). 

Giornate della trasparenza

 

Iniziative

Il Piano contiene le iniziative destinate a promuovere la trasparenza, l’integrità e la legalità presso gli stakeholder interni ed esterni. 

In particolare le iniziative assolvono:

a) ad un adeguato livello di trasparenza sulla base delle linee guida indicate dalla CIVIT;
b) allo sviluppo e la diffusione della cultura dell’integrità e della legalità.

 

Buone prassi

L’Automobile Club Pordenone mutua come proprie le best practice identificate nella " Guida metodologica per l’individuazione delle best practice in ACI " redatte dell’Ente federante, che si possono consultare al seguente link :

Guida metodologica per l’individuazione delle best practice in ACI

 

 

 

 

 

 

Contenuto inserito il 12-09-2018 aggiornato al 14-11-2018
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
Il Portale Amministrazione Trasparente dell'Automobile Club è basato sul riuso della soluzione applicativa PAT. CREDITI