Home > News da Pordenone > ACI STORICO TUTELA LE VERE AUTO D’EPOCA

ACI STORICO TUTELA LE VERE AUTO D’EPOCA

05.08.2014

ACI STORICO TUTELA LE VERE AUTO D’EPOCA
 
La passione per l’automobile è un elemento che ci contraddistingue nel mondo ed è il fil rouge della storia economica, industriale e sociale del nostro Paese nel ventesimo secolo. Questa passione oggi è attanagliata dalla crisi economica, dall’eccesso di burocrazia e dalla scarsa attenzione delle istituzioni nazionali e locali. Ecco perché l’Automobile Club di Pordenone, in sinergia con ACI nazionale, rinnova il suo impegno a tutela dell’amore e della cultura degli italiani per le quattro ruote, intraprendendo un nuovo percorso a salvaguardia dell’automobilismo d’epoca sotto il marchio di ACI STORICO.
 
Dopo 108 anni ACI torna così alle origini, riscoprendo il logo del 1905 e una mission da declinare a favore delle automobili protagoniste della nostra storia. ACI STORICO è infatti un sistema di tutela giuridica dei collezionisti di veicoli d’epoca nonché una piattaforma per garantire agli appassionati il godimento sereno, pieno e reale del loro entusiasmo.
Sotto questo nuovo marchio ACI ha redatto la lista dei modelli riconosciuti “storici” e l’ha inviata all’Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratrici. Questa rappresenta il nuovo punto di riferimento per i collezionisti che possono così vedere riconosciuti i propri diritti indipendentemente dall’onerosa iscrizione a un’associazione. ACI STORICO è anche un club che accomuna gli automobilisti più appassionati di questo settore, offrendo loro una serie di vantaggi (soprattutto in campo assicurativo) e nuove occasioni di divertimento. Infine ACI STORICO è una biblioteca online con tutto il patrimonio – oggi gelosamente custodito negli archivi della sede nazionale di ACI, in quella dell’Automobile Club di Pordenone e negli Automobile Club provinciali – di documenti, libri, giornali, riviste, pubblicità e testimonianze storiche del mondo dello sport e della mobilità.
 
ACI diventa così il primo interlocutore anche dei possessori di auto d’epoca perché ha la storia, la tradizione, il know how e le strutture per porsi come interfaccia dei collezionisti per l’assistenza normativa e meccanica, l’organizzazione di raduni, mostre ed incontri.
 
Nell’ ultimo decennio sono raddoppiati i veicoli ultraventennali, anche a seguito della crisi congiunturale. Gli italiani hanno infatti una grande cultura dell’auto grazie al “museo diffuso” sulle strade italiane: 4,1 milioni di auto con più di venti anni di età, di cui oltre l’80% vale meno di 10.000 euro. Un importante elemento distintivo di ACI STORICO è la tutela non delle auto “vecchie” ma di quelle di reale portato storico.
 
“Oggi più di 1 veicolo circolante su 10 ha oltre venti anni di età – dichiara il presidente dell’Automobile Club di Pordenone - Corrado della Mattia - e bisogna stare attenti a non compromettere le garanzie e le facilitazioni fondamentali per quelle auto che testimoniano davvero alle future generazioni un valore e un interesse, che percorrono pochissimi chilometri ed escono su strada in rare occasioni. Fin dagli albori delle corse la gente si accalcava ai bordi delle strade per vedere sfrecciare i modelli più affascinanti, potenti e performanti prima per curiosità, poi per passione. Oggi dobbiamo alimentare con continuità il fuoco di quella passione”.